locandinaCamorraSound

Camorra Sound alla Casa dei Raccontastorie

Il 18 settembre, alle 19.30,  ricominciano i nostri appuntamenti alla Casa dei Raccontastorie di Shoot4Change (via del Mandrione 105, Roma).

Ricominciamo con la presentazione di Camorra Sound di Daniele Sanzone. Ed è un evento davvero imperdibile…

CAMORRA SOUND. ‘O sistema nella canzone popolare napoletana tra giustificazioni, esaltazioni e condanna. di Daniele Sanzone


Impressum


Un viaggio nella storia della musica e della criminalità organizzata campana degli ultimi quarant’anni, arricchito dalle interviste ad artisti e operatori culturali di ieri e di oggi, tra cui ‘O Zulù dei 99 Posse, Raiz degli Almamegretta, Caparezza, Edoardo Bennato, Teresa De Sio, Dario Fo. Un lavoro che pone una domanda all’intera società napoletana: se la sceneggiata di Pino Mauro e Mario Merola, così come certa musica neomelodica, spesso ha cantato la camorra, perché invece la “musica impegnata” non ha mai preso posizione contro? Camorra Sound aggiunge un nuovo tassello all’annosa discussione sul rapporto musica-camorra, con la speranza di aprire un sano dibattito su un argomento che periodicamente scandalizza e suscita l’indignazione dell’opinione pubblica.

10649536_10152912207095101_7364176556072310780_n

“La domanda di Daniele è potente, un confine oltre il quale cessano le innumerevoli giustificazioni del trauma storico di una capitale senza più la sua nazione. Perché i cantautori napoletani non hanno esplicitamente preso posizione contro la camorra?” Dalla prefazione di Marcello Ravveduto

“La canzone a Napoli ha da sempre raccontato, documentato e rappresentato i mille volti della città, i suoi segmenti, i suoi sistemi e sottosistemi, le stratificazioni e le modificazioni che hanno caratterizzato la storia del territorio.”
Dalla postfazione di Lello Savonardo




There are no comments

Add yours

19 − 1 =