Terre di libertà: la nuova civiltà

mostra fotografica nella Biblioteca del Senato (Inaugurazione il 7 giugno)

“‘Terre di libertà, i volti e i luoghi del riscatto civile dalle mafie” è molto di più di una mostra di belle foto, è il paradigma di un segmento della nuova civiltà.

La mostra fotografica che sarà ospitata dalla Biblioteca del Senato dal 7 al 30 giugno è il risultato del progetto fotografico “Terre di libertà”  che cerca di valorizzare il lavoro e le attività delle cooperative che operano sui terreni confiscati alle mafie in virtù della legge n. 109 del 96.

Le immagini danno un volto ai personaggi e ai luoghi protagonisti del progetto “Libera Terra” promosso nel 2001 dall’associazione Libera presieduta da don Luigi Ciotti. In particolare, il reportage fotografico mostra il lavoro delle cooperative di “Libera Terra”, “Placido Rizzotto” e “Pio La Torre” in Sicilia, “Valle del Marro” in Calabria e “Terre di Puglia” in Puglia,luoghi “che spesso portano ferite profonde, un dolore che rimane a impregnare i campi e le strade, ma dove oggi germoglia il seme della speranza”, come scrive don Ciotti.

foto: Ivano Adversi

La mostra sarà inaugurata martedì 7 giugno alle ore 17 nella Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato (Piazza della Minerva), dal Vice Presidente del Senato Vannino Chiti e da Ivano Adversi (membro di Shoot 4 Change), Tonio Dell’Olio e Francesca Rispoli in rappresentanza di “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”.

foto: Alessandro Zanini

Il pubblico potrà visitare la mostra fino al 30 giugno, dal lunedì al venerdì (ore 9.00-19.00) e il sabato dalle 9.00 alle 12.00.

foto: Roberto Brandoli

Siamo particolarmente felici di segnalare questa bella mostra non solo per lo straordinario significato di impegno sociale ma anche per il ruolo svolto (e per le fotografie presentate) da tre degli autori, peraltro membri di Shoot 4 Change: Ivano Adversi, Alessandro Zanini e Roberto Brandoli.




There are no comments

Add yours

4 × 3 =