Liberi Nantes: un altro pallone

Ieri, a Milano, i Liberi Nantes (rappresentati dal Presidente, e nostro grande amico, Gianluca Di Girolami) hanno ricevuto un bellissimo premio: l’Altropallone, il premio annuale alternativo al Pallone d’oro e contro il pallone duro.

(clicca QUI per alcune prime cartoline della giornata)

Viene assegnato a chi nel mondo dello sport si è adoperato per azioni di solidarietà a tutela dell’infanzia e dell’adolescenza, per uno sport equo, solidale e popolare, contro il razzismo, per l’integrazione e la multiculturalità, lo sport come strumento di coesione sociale e partecipazione.
La Giuria è formata da giornalisti, operatori del mondo dell’informazione e del volontariato ai quali ogni anno si aggiungono i vincitori del premio.

(clicca QUI per alcune prime cartoline della giornata)

Altropallone è cresciuta nelle edizioni delle manifestazioni Altrimondiali 2002 e 2006, un’alternativa ai Mondiali per promuovere una partecipazione giovanile che sia conoscenza, interculturalitè, educazione attraverso lo sport fra il Nord e il Sud del mondo.

L’Altropallone ha inoltre promosso campagne volte alla sensibilizzazione verso lo sfruttamento del lavoro infantile nell’economia delle attrezzature sportive.

(clicca QUI per alcune prime cartoline della giornata)

S4C – partner da tempo dei Liberi Nantes – li ha seguiti anche a Milano (ringraziamo Gaia Squarci, Paolo Robaudi e Annibale Sepe che hanno regalato un po’ del loro tempo professionale scattando dei ricordi di questa bella giornata per i LN).

E’ stata l’occasione per lanciare una nuova campagna (e anche in questo caso saremo al fianco dei nostri amici) per l’adozione di un metro quadrato del campo XXV aprile.

(clicca QUI per alcune prime cartoline della giornata)

Come sapete, purtroppo, i Liberi Nantes stanno affrontando un momento difficilissimo. Mancano soldi, risorse. Persino le scarpe da calcio! Quelle poche che restano sono quasi del tutto inutilizzabili.

Questo non è un appello alla beneficienza – seppur i toni sono accorati. Questa è una chiamata al supporto di una delle più belle iniziative democratiche sociali in Italia.

(clicca QUI per alcune prime cartoline della giornata)

La squadra dei Liberi Nantes (dal board ai volontari ai giocatori) non è “solo” calcio. E’ un’opportunità di dimostrare che si può uscire dalla spirala di intolleranza ed ignoranza di problemi sociali serissimi.

A breve batteremo a tappeto la Rete con inviti a contribuire acquistando un metro quadrato del campo dei Liberi Nantes.

Alla fine, chissà, ci giocheremo tutti. Perchè in gioco non c’è solo una partita di calcio.

Lo avete capito, no? :-)

Antonio Amendola

[vsw id=”HU0M55WWW_g” source=”youtube” width=”525″ height=”444″ autoplay=”no”]



There are no comments

Add yours

seventeen − three =