Le persone non esistono separate dalla terra

Alessia Di Bitonto, architetto pugliese, ci scrive segnalandoci un’interessante situazione nella Murgia Pugliese.

Zona magnifica, dove il rosso scuro della terra ed il verde degli ulivi sono gli unici colori che riescono a bilanciare l’incredibile azzurro del cielo pugliese.

Alessia , insieme alla collega Giovanna Russo, ci racconta, anche con alcune belle immagini, un tentativo fallito di urbanizzazione del territorio…E ci racconta anche di segnali positivi che fanno sperare in un recupero di questa magnifica terra.

AA

——

Le persone non esistono separate dalla terra (testo e foto di Alessia Di Bitonto e Giovanna Summo)

Un villaggio abbandonato nel cuore della Murgia pugliese. Queste case dovevano segnare la rinascita economica di queste terre segnate da secoli di latifondismo. Così era nei piani della Riforma fondiaria varata dal governo nel 1950. Ma a volta il territorio prevale sulle idee e sui progetti. Il progetto, infatti, di rendere i contadini padroni della terra che lavoravano si è scontrato con le caratteristiche di un territorio arido e inadatto alla coltivazione intensiva. Adesso questi edifici restano testimoni di un abbandono…o forse anche di una possibile futura rivalsa?

=__Q_02

Si può sperare in una nuova coscienza delle popolazioni locali dopo anni di sfruttamento incontrollato e distruzione dell’ecosistema? Forse sì, ed è quanto pare stia accadendo.

Se è vero che “le persone non esistono separate dalla terra”… chissà che queste case non riescano ad accogliere nuova vita al loro interno, nel sogno di “abitare”  finalmente questo paesaggio silenzioso e ricco.

Alessia Di Bitonto

=__Q_10

=__Q_06

(GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA)




There are no comments

Add yours

17 − fourteen =