Diario dal Senegal: arrivo a Dakar

[a new entry in Antonio Marcello/S4C in Dakar, Senegal with UISP-Italian Sport Union, Sport for All at the World Social Forum]

5 febbraio 2011

Dakar, ultima tappa.

Non so come descrivere l’ingresso a Dakar. Non che non ci sia povertà diffusa fuori città, ma qui è compressa, dal traffico, dallo smog, dalla confusione, dalla moltitudine di gente per la strada, dalla necessità di sopravvivere comunque e a qualunque costo.

(CLICCA QUI / CLICK HERE FOR THE GALLERY)

In piedi sul retro del pickup tutto scorre intorno, è difficile comprendere l’insieme, soffermarsi sui particolari, indagare sulle singole vite che ti scorrono attorno, effimere.

(click here for the gallery)

E’ l’ultima tappa, la più difficile. I ciclisti intrappolati nel traffico, lo smog insopportabile e la polvere intasa i polmoni ed è veramente complicato andare avanti.

Ma ce la fanno… tutti!

Si rientra in hotel nel primo pomeriggio. La carovana di pulman dovevamo incontrare fuori Dakar è in ritardo, di molte ore.  Arrivano a tarda sera, la scorgiamo poco fuori l’ingresso principale del Social Forum, una miriade di pullman che trasporta la testimonianza di decine e decine di realtà africane complesse, difficili.

Domani si inizia, il Social Forum verrà inaugurato con una marcia di 5 km, dal centro di Dakar all’università. Quella parte di mondo spesso dimenticata, in festa, insieme!

Antonio Marcello/S4C

(CLICK HERE FOR THE GALLERY)




There are no comments

Add yours

14 − two =