TARJETON A

Next Generation in Spain- Identità Transnazionali / Transnational Identity

[english below]

FIGLI DI IMMIGRATI IN SPAGNA

(a cura di Javier Schejtman/Gea Photowords e David Kame/S4C Spagna)

(cliccare per la galleria fotografica)

La nuova generazione di adolescenti e giovani che cresce, si educa e cerca un posto nella società spagnola attuale è variegata, multiculturale e complessa.

Ci riferiamo ai giovani cresciuti nella Penisola negli gli anni ’90 ed agli inizi del nuovo millennio, epoca durante la quale la Spagna ricevette un numero tale di immigrati da modificare la realtà demografica e sociale di un paese in cui i loro figli, vent’anni dopo, ereditano la responsabilità di portarlo avanti.

(cliccare per la galleria fotografica)

Parliamo di giovani che hanno studiato in scuole pubbliche ed aule multiculturali, che sono già entrati, o sono prossimi a farlo, nel mercato del lavoro e che costituiscono il nostro presente ed  il nostro futuro.

Chi sono? Cosa li caratterizza? In quale contesto sono cresciuti e si sono formati? Come vedono il loro presente e quali sono le loro principali difficoltà, sfide e prospettive per il futuro?

Per rispondere a queste domande, GEA Photowords insieme a Shoot4Change ed il CEPI Ispano-Marocchino, con la collaborazione del Centro Comunitario Casino de la Reina e della Fondazione Tomillo, hanno organizzato un corso di fotografia partecipativo dove giovani dai 16 ai 20 anni, residenti nel centro di Madrid, hanno imparato l’uso di macchine fotografiche e il linguaggio fotografico per condividere la loro visione, le loro idee e i differenti aspetti della loro realtà ed identità.

[youtube_sc url=”http://www.youtube.com/watch?v=KODeJ5lR_rc”]

Durante gli incontri, oltre ai dibattiti e alle sessioni pratiche, i giovani hanno percorso il cammino che va dalla tecnica fino alla ricerca di una visione fotografica personale. Inoltre hanno partecipato ad un breve documentario e a delle giornate coordinate dal Circolo di Belle Arti di Madrid, dove hanno presentato i loro scatti ed hanno potuto confrontarsi con il pubblico presente.

Vi presentiamo di seguito alcuni dei risultati dell’iniziativa, in cui la fotografia agisce come veicolo d’integrazione e come spazio per la partecipazione. Speriamo che sia di vostro interesse.

 I participanti, siano essi figli o addirittura nipoti di emigranti  provenienti da vari paesi , tra cui Guinea Bissau, Bangladesh, Bolivia, Marocco, Equador, hanno mostrato che le loro esperienze condivise, le preoccupazioni, le aspettative ed i sogni, trascendono i problemi legati alle loro origini culturali così diverse da quelle spagnole.

Indipendentemente dal paese di origine dei loro padri o dall’attaccamento  alle proprie radici , è interessante riscontrare che i giovani della “Seconda Generazione” non mostrano conflitti di identità, differenti da quelli dei loro coetanei “Spagnoli”. Sanno chi sono, condividono valori, ideali e il futuro cui ambiscono.

[youtube_sc url=”http://www.youtube.com/watch?v=hiYyLVe6djI&feature=plcp”]

Le immagini che presentiamo sono il risultato degli incontri, dibattiti ed uscite fotografiche.

Javier Schejtman/Gea Photowords e David Kame/S4C Spagna

———–

NEXT GENERATION – TRANSNATIONAL IDENTITY 

CHILDREN OF IMMIGRANTS IN SPAIN

(by Javier Schejtman/Gea Photowords e David Kame/S4C Spagna)

The new Generation of teenagers and young people that grows, educates and looks for its place in today Spanish society  is diverse, multicultural and complex.

We are talking about young people brought up in the Spanish Peninsula in the 90s and beginning of the new millennium; a time during which Spain received a sufficient number of immigrants to change the demographic reality and social life of a Country in which their sons, twenty years after, inherit the responsibility to carry it out.
We are talking about young people who have studied in public schools and classrooms multicultural, who have already entered, or are close to doing so, the labor market and that constitute our present and our future.

(click to see the photo gallery)

Who are them? What characterizes them? In what context they have grown and how are they brought up? How do they see their present and what are their main problems, challenges and prospects for the Future?
To answer these questions, together with GEA Photowords, Shoot4Change and  the Ibero-Moroccan CEPI in cooperation with the Community Center Casino de la Reina and Tomillo Foundation, organized a participatory photography course where young people aged 16 to 20 years, living in the center of Madrid, have mastered the use of cameras and photographic language to share their vision, their ideas and different aspects of their reality and identity.

(click to see the photo gallery)

During the meetings, as well as debates and practical sessions, the young people have walked the path that goes from the technical to the search for a personal photographic vision. They also participated in a short documentary of the days and coordinated by the Circle of Fine Arts in Madrid, where they presented their shots and have been able to deal with the public.
We present below some of the results of the initiative, in which the photograph acts as a vehicle for integration and as a space for participation.

More information, videos and reports:

http://www.youtube.com/watch?v=KODeJ5lR_rc
http://www.youtube.com/watch?v=hiYyLVe6djI&feature=plcp
Participants, whether they are children or even grandchildren of immigrants from various countries, including Guinea Bissau, Bangladesh, Bolivia, Morocco, Ecuador, showed that their shared experiences, concerns, expectations and dreams, transcend the problems their cultural origins so different from those of Spain.

(click to see the photo gallery)

Regardless of country of origin of their fathers or attachment to its roots, it is interesting to find that the young people of the “Second Generation” show no conflicts of identity, different from those of their peers “Spanish”.

They know who they are, share values, ideals, and the future they seek.

Some of the images presented here are the result of meetings, discussions and outputs photographic.

Javier Schejtman/Gea Photowords and David Kame/S4C Spain

 

 

 

 

 

 

 




There are no comments

Add yours

twelve + 12 =