Alicia Furman_ NSisto_09

Alicia Furman

(testo e foto di Nicla Sisto)

- English version below - 

Alicia Furman_ NSisto_02Il mio lavoro mira a ripercorrere un’indelebile traccia “nella e della” memoria di una donna, Alicia Furman, argentina, classe 1945, sorella di Oscar Cesar Furman, medico, militante montoneros, scomparso nel nulla insieme ad altri 30.000 desaparecidos, precisamente il 28 novembre del 1976, durante gli anni della dittatura civico - militare argentina.

Ripercorrendo con lei le non-tracce, ascoltando i suoi racconti, ho incontrato le vicissitudini di un intero popolo, in un periodo storico non molto lontano dai nostri giorni, le cui conseguenze sono ancora oggi respirabili e palpabili, soprattutto a causa dell’ultimo cambio di governo nel 2015.

Alicia mi ha condotto nella storia, raccontandomi di proteste, sparizioni, centri di detenzioni clandestine, voli della morte e soprattutto delle Madri di Plaza de Mayo, donne coraggiose e disperate che, attraverso la lotta e la divulgazione, hanno portato l’attenzione su quanto nel loro paese stava avvenendo. Ed è grazie alle Madri che, persone come Alicia, hanno potuto ritrovare una strada ed in alcuni casi anche una verità.

La giustizia è ancora lontana ma la vita va avanti, come questa settantenne e questo popolo dimostrano ancora.

Alicia Furman_ NSisto_05Attraverso i suoi sguardi, la sua vita, i suoi frammenti, ripercorrendo, insomma, la storia di un singolo, ho tentato di raccontare e ricostruire una sorta di memoria collettiva.

Io credo che la storia di Alicia, di Oscar e di conseguenza di tantissimi argentini, si collochi all’interno di quel confine, entro cui giocano destino comune e singole storie, in cui grandi dinamiche si intersecano a piccole dinamiche ed il particolare si fonda al generale, un confine difficile da interiorizzare.

Nicla Sisto

Photo Gallery

Alicia Furman

(by Nicla Sisto)

Alicia Furman_ NSisto_16My work aims to trace an indelible mark “in and of“ the memory of a woman, Alicia Furman, Argentine, born in 1945, sister of Oscar Cesar Furman, doctor, militant Montoneros, disappeared with another 30,000, precisely on November 28, 1976, during the years of civic dictatorship - Argentine military.

Looking back with her non-tracks, listening to his stories, I met the vicissitudes of an entire people, in a time not far from our days, the consequences of which are still breathable and palpable, especially because of the last change government in 2015.

Alicia brought me to the story, telling of protests, disappearances, clandestine detention centers, death flights and especially of Mothers of the Plaza de Mayo, brave and desperate women who, through struggle and dissemination, brought attention to what was happening in their country. And it is thanks to Mothers, people like Alicia, have been able to find a road, and in some cases also a truth.

Alicia Furman_ NSisto_19

Justice is still far away, but life goes on, as this septuagenarian and this people show yet. Through his eyes, his life, his fragments, retracing, in short, the story of an individual, I have tried to tell and to rebuild a kind of collective memory.

I believe that the story of Alicia , Oscar and consequently of many Argentines expected to lie within that boundary , within which they play common destiny and individual stories , in which the great dynamics intersect at small dynamic and detail is based on general , a difficult border to internalize.

Nicla Sisto

Alicia Furman_ NSisto_10




There are no comments

Add yours

four − 2 =